Oroscopo, Previsioni Verità o Finzione

L’articolo che proponiamo di seguito vuole essere il modo per proseguire il nostro percorso di confronto con tutti e tutto, Cicap compreso.



Il Cicap smaschera gli astrologi
Le previsioni sono...tarocche
La vittoria del centro-destra alle elezioni, la pace in Medioriente, la fine degli scontri in Palestina tra i sostenitori di Hamas e Al Fath, la più eguale distribuzione della ricchezza tra nord e sud del mondo. Queste le previsioni che gli astrologi avevano fatto dodici mesi orsono. Adesso che il 2006 è finito, si può dire con certezza che si sbagliavano, e di grosso. Lo si può dire e lo dice il Cicap, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale
Gli astrologi insomma ci hanno fatto vedere le stelle, sì, ma quelle sbagliate.
Di questi tempi un anno fa, a sentire loro, ci saremmo dovuti aspettare un 2006 all'insegna della pace e della bontà, invece, nel mondo poco o nulla è cambiato.
La saga del "predìco, ma non azzecco" non è nuova. Già per il 2005 gli astrologi si erano sbizzarriti azzardando previsioni clamorose (e clamorosamente sbagliate), così è accaduto 365 giorni fa. E per il 2007 cosa bolle in pentola? Il Cicap, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, è già pronto a smascherare i nuovi pronostici.
Eh sì, perchè ormai gli scienziati del Comitato fondato da Piero Angela nel 1988 conoscono i propri polli: genericità, superficialità e approssimazione sono le parole d'ordine per una previsione coi fiocchi. Questi tre must dell'astrologia sono la vera fonte da cui attingono i vari paragnosti che largo spazio hanno sui giornali e in tv. La gente li ascolta, si fida e si affida alla lettura delle stelle. Così, se la congiunzione astrale è favorevole, se Marte è allineato con Giove e Giove con Venere siamo a posto: l'amore va a gonfie vele, sul lavoro non ce n'è per nessuno e anche dal punto vista internazionale le cose andranno meglio.
La scienza non è d'accordo. "Non ci crediamo - spiega Stefano Bagnasco, fisico dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e coordinatore del Gruppo di Studio sull'Astrologia del Cicap - perchè, pur continuando a fare ricerche, non abbiamo tovato nessuna correlazione tra le profezie e i fenomeni che poi si verificano. Gli astrologici rivendicano la base scientifica delle loro teorie, dopotutto si tratta di stelle, corpi celesti della galassia".
La scienza non è d'accordo neppure su questo: "Non c'è alcun fondamento fisico e prima ancora scientifico nelle previsioni astrologiche" puntualizza Bagnasco. Eppure, accade che alcune previsioni vengano poi a concretizzarsi nella realtà: lettura esatta degli astri o pura casualità? Bagnasco non ha dubbi: si tratta di "casualità, d'altra parte - spiega - è per questo che le previsioni sono sempre molto generiche e superficiali: così è più facile indovinare e il margine di errore è bassissimo".

Gli astrologi che affollano il piccolo schermo, le riviste e i giornali, parlano da veri "scienziati delle stelle": l'oroscopo è il loro pane, gli ascendenti la manna dal cielo, il tutto in chiave assolutamente accademica. "Il vero problema è questo - spiega il Dott. Bagnasco - gli astrologi si ammantano del linguaggio scientifico, ma della scienza poi non seguono le regole". "Per questo - conclude - io le chiamo pseudo -scienze". Già, il problema dei pronostici è che spesso, sempre più spesso, essi vengono presi molto sul serio, anche per il tono "scientifico" con cui vengono pronunciati.
Così fioccano le previsioni sulla possibilità di trovare lavoro (e non si capisce al proposito quali stelle vengano lette con i tempi che corrono) o sulla stagione propizia a nuovi amori, in questo caso, per la legge dei grandi numeri, si spera che qualcuno nel mondo trovi l'anima gemella. Occhio però: l'effetto delusione è alle porte. Tante le cantonate prese dagli astrologi, ma alcune di dimensioni, è il caso di dirlo, planetarie. L'Almanacco 2006 di Barbanera prevedeva "Buone notizie dal Medioriente e dall'Iraq" e a Baghdad non se la passano certo nel migliore dei modi. Il Divino Otelma aveva previsto: "Bush rimarrà saldo al timone degli Usa" e George W. ha perso le elezioni di mid-term. La maggioranza degli astrologi aveva scommesso sulla vittoria di Berlusconi alle elezioni di aprile, e ancora si stanno contanto le schede. Secondo Sirio il leader di Forza Italia avrebbe avuto addirittura un 2006 con astri propizi e un periodo elettorale protetto: lettura delle stelle quanto mai errata dalle stelle.
Ma ecco che anche Bagnasco cede al fascino delle profezie: "Le previsioni saranno sempre più genereche, gli astrologi sempre meno precisi, perchè hanno capito che così si rischia di meno. E' il cosiddetto effetto Barnum - spiega il fisico - che deriva dal nome di un impresario circense nei cui spettacoli tutti potevano trovare qualcosa di proprio gradimento".
Non cantino vittoria quanti avevano predetto la nascita del secondo figlio della coppia Totti-Blasi e nuovi amori per le starlette: troppo facile. Il Cicap è già al lavoro con le orecchie tese ad ascoltare i pronostici per il 2007. Tra un anno sapremo se la lettura delle stelle sarà stata veritiera o menzoniera. Sparando nel mucchio, qualche volta ci s'azzecca.
Fonte TGcom.



Per quanto ci riguarda siamo convinti che anche nell’astrologia, come in tutti settori, ci siano veri professionisti ed altri meno. Non entriamo in merito ai nomi segnalati eccetto che per Barbanera. Il calendario di Barbanera occupava il posto d’onore sul muro della cucina di mia madre. Disegni, proverbi e lune hanno scandito la sua vita per decenni. Come curare i gerani, lucidare i mobili, rendere i capelli più forti,… Ancora oggi guarda le previsioni metereologiche sull’almanacco di Barbanera, che lei ritiene più precise. Poco importa se per un mese le previsioni non sono esatte, ma il giorno che coincidono, mi telefona: - Hai visto! Lui l’aveva previsto,… oggi piove, proprio come lui ha scritto!- Perché toglierle quella soddisfazione? E’ una abitudine che non nuoce a nessuno.
Io sono tra quelli che leggono sul quotidiano l’oroscopo giornaliero. Solitamente sono tre righe, banali, generiche, spesso in contraddizione con la mia vita. Ma che piacere leggere: - Oggi per l’Ariete giornata fortunata, incontri splendidi, affari a gonfie vele,…!- Anche nella giornata più nera una ventata di ottimismo.

Sono convinta che i campi magnetici influiscano sull’umore delle persone e sulla loro vita. Questo la scienza lo ha provato. Il transito di alcuni pianeti, la loro comparsa nella casa “X”, comunque hanno delle influenze.
Ora per la legge del libero arbitrio, uno può crederci o meno, per tutti ci deve essere la libertà di scegliere.

Le fasi della Luna sono quelle a cui mi affido anche nella vita quotidiana, memore di antiche tradizioni. Personalmente in Luna Crescente il lavoro va meglio, in Luna Piena sono più fortunata, in Luna Nera gli imprevisti sono maggiori, in Luna Calante le persone sono più nevrotiche,…E’ tutto dettato dal caso? Ma la scienza stessa dice che se un fenomeno si ripete nel tempo acquisisce nuovi criteri di valutazione.

Di ogni cosa è fondamentale l’uso che se ne fa; se un oroscopo, un consulto dei tarocchi, un fondo di caffè ci ridona speranza e sorriso, siano i ben venuti!
Qualsiasi tecnica divinatoria, scienza, credo religioso, che diventano paranoia, fissazione, imposizione,… sono deleteri. Una pratica non esclude l’altra, tolleranza, sensibilità e fantasia, ci aiutano ad aprire le porte oltre ogni ragionevole limite imposto da altri.

Ps. Hanno sbagliato le previsioni sui risultati delle elezioni politiche, aziende con nomi altisonanti, pagate fior di milioni, con al servizio computer e tecnici megagalattici,… se sbaglia qualche astrologa, … le vanno concesse le attenuanti!!!

Auguri perché possiate sempre essere liberi di …sorridere leggendo l’oroscopo sul quotidiano mentre altri si disperano sulle pagine della Borsa o della politica nazionale.


Anna
Copyright

Non ci sono articoli

Vuoi proporre un tuo articolo o segnalarne, scrivi a info@annalastrega.it

CICAP

Vuoi segnalarne uno scrivici o usa il nostro modulo

©Copyright 2008

Il Gazzettino della Magia

Anna la strega la prima vera cartomante online

home Il Gazzettino della Magia                
 
Il Cicap smaschera gli astrologi  
  "Il vero problema è questo - spiega il Dott. Bagnasco - gli astrologi si ammantano del linguaggio scientifico, ma della scienza poi non seguono le regole". "Per questo - conclude - io le chiamo pseudo -scienze".