Dalla Chiesa alla Wicca: Harry Potter il colpevole

Protagonista della vicenda è il quarantunenne Wayne Haney, insegnante di Storia alla North Branch High School in una contea rurale del Michighan, situata a circa 80 miglia da Detroit. Dopo cinque anni di servizio come ministro per la Chiesa episcopale del New Hapshire Hanley iniziò a nutrire dei dubbi su ciò che predicava ed entra in una profonda crisi esistenziale che richiede addirittura un aiuto psicologico.

Secondo la testata Battle Crek Enquirer, durante questa crisi Haney inizia a leggere la saga di Harry Potter ai propri figli.
La magia descritta in quelle pagine destò Hanley, e inizio ad approfondire il suo interesse sulla magia, la curiosità lo spinse ad approfondire attraverso Internet e altre letture. Finchè non si imbatte in un gruppo Wicca vicino a Flint, a cui decide di aderire insieme alla moglie.

Da allora Haney è diventato un ministro Wiccan, vivendo un'esperienza religiosa nuova, non senza numerose difficoltà, date dal suo lavoro nella scuola e dalla diffidenza della gente con cui entrava in contatto, dopo la sua scelta..

E' una storia del 2001 e sicuramente fa riflettere.
Questa esperienza stà a dimostrare che anche un racconto di fantasia, un film o una serie televisiva può stimolare un nuovo interesse su argomenti che fino a quel momento non si erano presi in considerazione o magari permettere di vedere sotto una nuova luce temi, considerati fino ad allora come un qualcosa di negativo.
Tra le cose che mi lasciano più perplesso è l'accanimeto "Herrypottiano", non della Chiesa che è scontato, ma da parte di Wiccan, Pagani, ... Molte volte mi capita di leggere nei forum, blog, ... che film come Harry Potter, o serie come Streghe, non dovrebbero neanche esistere, perchè ritenuti non veritieri e offensivi verso il loro credo.
In parte sono d'accordo con la scarsa veridicità, effettivamente sia nei film di Harry che nella serie di Streghe o simili si fa un gran minestrone, ma dire che sono offensivi, o traviano il loro credo mi sembra esagerato.

Con questo non voglio assolutamente affermare che tutti i Wiccan, Pagani... la pensino in questo modo, anzi ne conosco moltissmi appassionati di entrambi e spesso ho incontrato persone che si sono avvicinate ad un nuovo percorso spirituale proprio grazie a storie come queste.
Mi riferisco solo a coloro che si sentono offesi da un "Wingardium Leviosa" (per chi non lo sapesse, è l'incantesimo di levitazione nei film di J.K.Rowling). La magia, la fede è come la fantasia, non ha vincoli di credo, non è un qualcosa che si possa ridurre a uno o più libri o parole, è qualcosa che sta dentro di noi. Ognuno la esprime o la cerca in base alle proprie evoluzioni, io stesso ho incominciato da un libro.
Concludo con una piccola provocazione: se un qualunque libro, fumetto, film di fantasia permette di sognare e quindi aspirare a un mondo diverso, "Magico" dove trionfa sempre il bene, il rispetto, l'amore, l'amicizia, il desiderio di volare ed essere migliori e sopratutto "non essere catalogati dal finto senso di perbenismo" dilagante come un virus, allora io sono un Harry Potter studente di Hogwarts e sono fiero di esserlo.


Giò
©Copyright



Non ci sono articoli

Vuoi proporre un tuo articolo o segnalarne, scrivi a info@annalastrega.it

Non ci sono link

Vuoi segnalarne uno scrivici o usa il nostro modulo

©Copyright 2008

Il Gazzettino della Magia

Anna la strega la prima vera cartomante online

home Il Gazzettino della Magia                
 
Dalla Chiesa alla Wicca  
  Da allora Haney è diventato un ministro Wiccan, vivendo un'esperienza religiosa nuova, non senza numerose difficoltà, date dal suo lavoro nella scuola e dalla diffidenza della gente con cui entrava in contatto, dopo la sua scelta.